0123456789
list icon
list icon

KingKORG KingKORG

SoundCloud

Condividi

Potenti oscillatori, comprensibili per i principianti, soddisfacenti per gli esperti

KingKORG possiede 3 oscillatori per 2 timbri simultanei; progettati per generare suoni densi e ricchi, utilizzando il nuovo sistema di sintesi sonora a modellazione fisica XMT (Xpanded Modeling Technology). Questa è una tecnologia proprietaria Korg concepita per generare un’ampia gamma di suoni, mantenendo però semplici ed intuitive le operazioni necessarie alla loro creazione. In un sintetizzatore convenzionale il processo di generazione sonora richiede la singola regolazione di ogni oscillatore utilizzato, rendendo così difficoltosa la visione d’insieme della programmazione. KingKORG dispone invece di una serie di algoritmi preselezionati che contengono già al loro interno le combinazioni di vari tipi e numero di oscillatori, rendendo così immediata la loro programmazione e generando suoni subito pronti per essere usati.
L’ampia scelta di algoritmi d’oscillatori include la scelta tipica delle forme d’onda dei sintetizzatori analogici, come: dente di sega, onda quadra, e rumore (Noise), con l’aggiunta di numerosi algoritmi PCM/DWGS, che forniscono una scelta timbrica notevole e versatile, per la creazione di suoni estremamente personali.

Filtri a modellazione fisica per riprodurre le sonorità dei sintetizzatori classici

Filter

Nella progettazione di KingKORG è stata riposta estrema cura nella sezione dei filtri, cruciali per il carattere timbrico di ogni sintetizzatore. Il poter disporre di un’ampia varietà di filtri è un vantaggio unico della tecnologia a modellazione analogica, e quelli di KingKORG possiedono una versatilità senza precedenti.
Oltre alla scelta essenziale dei filtri tipici a modellazione fisica analogica, è possibile selezionarne un’altra serie in grado di riprodurre fedelmente le sonorità di: synt analogici monofonici degli anni ’70, usati principalmente come solisti o per potenti linee di basso, oppure dei primi sintetizzatori polifonici usati nella musica New Wave degli anni ’80, ed infine quelli del synt analogico classico della Korg MS20. Tutti questi filtri possono essere spinti fino all’auto oscillazione, caratteristica tipica dei loro omologhi analogici d’epoca, semplicemente incrementando il valore della risonanza.

Tre effetti Master con sei tipi di effetti ciascuno, aggiungono il giusto tocco finale ai vostri suoni

KingKORG possiede tre sezioni d’effetti Master; ciascuna con sei tipi d’effetti diversi: PRE FX, con distorsione, AMP simulator, MOD FX con effetti tipici di modulazione come: Phaser, Chorus e Tremolo; REV/DELAY con effetti d’ambiente come riverberi e Delay.

Ogni processore possiede un pannello dedicato per la selezione dell’effetto desiderato, per ascoltare il risultato è necessario quindi solo girare una manopola. La quantità di effetto è inoltre regolabile con la manopola di controllo FX Controls.

Un circuito valvolare aggiunge allo strumento armoniche ed una ricca distorsione

Costruita sulla base d’anni d’esperienza sull’elettronica analogica acquisita da Korg nel corso della sua storia, KingKORG possiede una sezione Mastering interamente analogica, con un circuito dotato di una vera valvola. Questo può essere usato per aggiungere al suono dello strumento il tipico calore valvolare, una ricca distorsione o la combinazione di entrambi.

Il Vocoder

Vocoder

Il Vocoder interno utilizza le sorgenti audio captate dall’ingresso microfonico incorporato (tipicamente la voce), per creare i tipici effetti “parlanti” generati di questo processore. La funzione Formant Shift, modifica drasticamente il carattere tonale, mentre il Formant Hold, permette di campionare un suono vocale e suonarlo lungo tutta la tastiera. Grazie all’architettura di bi-timbrica di KingKORG, il timbro generato dal Vocoder può essere combinato con un altro, sia come suono complementare che come sorgente di modulazione.

La funzione Virtual Patch

Su molti sintetizzatori classici come l’MS20, il flusso dei vari segnali può essere configurato, usando opportunamente dei cavi di collegamento detti Patch, che connettono fisicamente i vari elementi tra loro. KingKORG riproduce questa funzione con un intuitivo sistema a Patch virtuali (Virtual Patch). Ogni timbro possiede sei diverse assegnazioni, per controllare segnali come gli EG (Envelope Generators), gli LFO, o il movimento del Joystick. Questi segnali possono essere connessi virtualmente ai parametri sonori come il Pitch, il Cut Off del filtro ecc.; permettendo la loro modulazione con ampie possibilità di modellare il suono in tempo reale.

Lo Step Arpeggiator

Lo Step Arpeggiator genera automaticamente una frase d’arpeggio a seconda delle note suonate sulla tastiera. Possono essere selezionate sei diverse modalità di arpeggio, con la possibilità di specificarne la durata, l’intervallo, e lo stato ON/OFF di ogni Step, per ottenere un’ampia varietà di possibilità esecutive.